SOSTIENI L'IMPEGNO DELL'U.N.I.R.R.

Il modesto contributo che lo Stato versava all'U.N.I.R.R. è stato eliminato. Nonostante la nostra associazione operi grazie al volontariato gratuito, ha dei costi che vanno necessariamente sostenuti. Per preservare la memoria e continuare il supporto alle famiglie nelle ricerche dei dispersi, abbiamo bisogno del tuo aiuto.
Puoi diventare socio U.N.I.R.R. oppure donare liberamente con le seguenti modalità: tramite bollettino postale sul conto corrente n. 60955408 intestato a U.N.I.R.R. - Via Vincenzo Monti 59, 20145 MILANO, oppure tramite carta di credito o Paypal:

Calendario eventi

Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese
Lille (Francia) - Presentazione del libro "Marcher ou mourir", di Julien Sapori
Martedì 15 Maggio 2018, 07:00pm
Visite : 781
di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

01.Marcher ou mourir copertina volume Julien Sapori

 

Ci fa piacere segnalare l'uscita – finalmente! – del libro dello storico italo-francese Julien Sapori

 

Marcher ou mourir

 

di cui avevamo parlato lo scorso autunno, a seguito di una conferenza tenuta a Pistoia dall'autore stesso.

 


 

Ecco una breve scheda di presentazione, tradotta dal francese...
 
Tra il luglio 1941 e il febbraio 1943 circa 230.000 soldati italiani combatterono nelle pianure ucraine e russe a fianco dei loro alleati tedeschi.
Quella che all’inizio si configurava come una passeggiata militare nella scia di una Wehrmacht sinora imbattuta, si concluse con la terribile tragedia di Stalingrado, dopo che lo schieramento sul Don delle forze dell’Asse era stato rotto da attacchi sovietici massicci, a partire dal dicembre 1942.
Le colonne di soldati italiani – mescolate a quelle germaniche, romene e ungheresi – diedero inizio a un ripiegamento dantesco, a piedi, affrontando temperature polari e costantemente vessate dal nemico.
Quanti vennero catturati persero la vita a decine di migliaia nei campi di prigionia sovietici. In totale, in meno di due mesi, 85.000 italiani morirono o risultarono dispersi.
Erano certamente dalla “parte sbagliata”, ma le testimonianze terribili che alcuni fra i superstiti ci hanno lasciato (ricordiamo Giulio Bedeschi, Egisto Corradi, Eugenio Corti, Nuto Revelli e Mario Rigoni Stern, divenuti scrittori famosi) perpetuano in modo commovente il ricordo di quei soldati italiani scomparsi in una guerra titanica... e tale ricordo – forse e per certi versi – è a discapito della complessità storica degli eventi.
Per la prima volta in Francia un libro fa il punto completo su questo tragico episodio della Seconda Guerra Mondiale, che costituì senza dubbio il punto di svolta bellico per l'Italia.
Ricorderà ai lettori un’altra epopea: la ritirata della Grande Armée nel 1812.

 

***

 

L’autore
Commissario di polizia e storico, Julien Sapori è autore di molti libri e articoli sulla storia d’Italia e sulla storia giudiziaria: Le truppe italiane in Francia durante la Prima Guerra Mondiale (Anovi), Crimini e pene in Piccardia sotto l’Ancien Régime (L’àpart), C'era una volta l’Italia di Mussolini (Anovi), ecc. ecc.

 


 

Nota: chi desidera acquistare una copia del volume (in lingua francese)  può cliccare qui.

 


 

Prossime presentazioni

 

. Sabato 2 giugno – ore 17.30 (libreria L’arbre généreux, 18 rue du Collège, Soissons – Aisne)

 

. Sabato 23 giugno – ore 14.30 (libreria Vauban, 20 avenue Jean Mabuse, Maubeuge – Nord)

 

 

 

Luogo - La Librairie Internationale V.O. -