×
Ricerche di militari

Prima di postare domande relative a ricerche di militari, si prega consultare la guida che abbiamo creato al seguente indirizzo:
www.unirr.it/ricerche/guida-per-le-ricerche-di-militari

× Benvenuti sul forum del Fronte Russo!

Racconta a noi e ai nostri iscritti chi sei e cosa cerchi.
Diamo il benvenuto a tutti i nuovi iscritti!

Saluti - Giuseppe Moretti 9° Rgpt. d'Armata

23/11/2013 21:18 #1 da Guido Galliano
Salve a tutti e grazie a chi ha avuto l'idea di creare questo gruppo che ha il grande merito di mantenere la memoria di questi tragici fatti.
Il fratello di mia nonna si chiamava Moretti Giuseppe, era di Cavatore (AL), classe 1919, ed era nel 9° Raggruppamento di Artiglieria di Armata, 50° gruppo, 1° batteria (Caserma di Acqui Terme); dai documenti risulta partito per il fronte russo il 5 luglio 1942 e disperso nel fatto d’arme di Arbusow il 21 dicembre 1942.
Di questo reparto di artiglieria non sono riuscito a trovare documentazione o notizie utili a capire dove si trovava e i suoi spostamenti; non ho idea se il prozio sia morto in combattimento ad Arbusow oppure forse fatto prigioniero e morto successivamente.
Grazie a chiunque abbia notizie utili in merito e grazie comunque per avermi dato la possibilità di scrivere queste righe per ricordare un giovane coinvolto con migliaia di altri giovani come lui in queste vicende.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/11/2013 22:07 - 28/10/2017 23:10 #2 da Andrea
Ben arrivato Guido .

Se posso le fornisco alcuni enti che bisogna contattare in questi casi e che,come potrà vedere,le suggeriranno a breve gli esperti dell'U.N.I.R.R., dandole anche informazioni riguardo il reparto del suo prozio.

Potrebbe recuperare il FOGLIO MATRICOLARE relativo al soldato presso l'Archivio di Stato in base alle provincia di nascita del soldato stesso, fornendo il nome, cognome, luogo di nascita, data di nascita e ancora meglio i nomi dei genitori (sempre del soldato in questione).

Successivamente contattare:

MINISTERO DELLA DIFESA
DIREAZIONE GENERALE DELLA PREVIDENZA MILITARE E DELLA LEVA
III Reparto - 8ª Divisione - 5ª Sezione "Albo d'Oro"

Indirizzo Postale: Viale dell'Esercito n.186 - 00143
Posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chiedendo di ricevere copia di documentazione del soldato deceduto/disperso.

Ed infine contattare Onorcaduti che possiede una banca-dati sulle sepolture dei Caduti in Guerra.

MINISTERO DELLA DIFESA
COMMISSARIATO GENERALE PER LE ONORANZE AI CADUTI IN GUERRA
Direzione Storico-Statistica-Ufficio Estero e Rimpatri - Sezione Caduti in Stati Europei


Indirizzo Postale: Via XX Settembre 123/a - 00187 Roma
Posta Elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Posta Elettronica Certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contattare anche i Memoriali Russi,all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
per sapere se il suo prozio è stato fatto prigioniero e deceduto in un campo di prigionia,basta una semplice e-mail in Italiano:

"Sono il Sig. ...........,parente del Militare Italiano ...............nato il ............. che era prigioniero di Guerra in Russia e chiedo di avere la Copia del Fascicolo di Prigionia di questo Militare e TUTTI gli altri eventuali Documenti riguardanti il Militare che avete.

Cordiali Saluti. "

Queste sono le strade che ho seguito anche io,perché anche un fratello di mia nonna partì come complemento del 54° Reggimento Fanteria Sforzesca per la Russia e non fece più ritorno. Risulta disperso dal 25/01/1943,purtroppo di libri che sto leggendo,sul 54° rgt. ce ne sono pochi per il motivo che pochi sono i sopravvissuti ed anche quelli o erano Ufficiali di collegamento e di norma non certamente in prima linea, o personale delle retrovie o militari che in quei giorni erano per motivi diversi il altre località.
La verità non la racconta nessuno ma sono arrivato ad una conclusione, cioè che quel reggimento(54°) è stato sacrificato per rallentare l'avanzata dei Russi, poiché il 54° come tutta la Divisione Sforzesca aveva avuto l'ordine di ripiegare e dopo che questi avevano già abbandonato le postazioni e marciato in ripiegamento per circa 2 gg., il 54° e il 53° hanno ricevuto un contrordine di rioccupare le posizioni abbandonate quando oramai i loro appostamenti erano già stati occupati dai Russi. Lei può immaginare....
Di tutta questa gente solo il Col. Contini con pochi uomini del 53° si salverà, il 54° composto da 1500 uomini con quasi tuto l'armamento organico completo evaporerà la sera del 21 Dicembre del 42, di questi nessuno farà più ritorno, Ufficiali, Sottufficiali e truppa.
Questo il vero motivo del perché nessuno sa cosa sia veramente successo al 54°, perché sono stati semplicemente tutti massacrati e nessuno è riuscito a sopravvivere per raccontarlo.

Buone ricerche !

Saluti
Andrea.
Ringraziano per il messaggio: Maurizio Comunello, Pier Angela , Guido Galliano

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

24/11/2013 16:17 #3 da Maurizio Comunello
Allora.
Giusti i dati anagrafici Giuseppe era nato il 10/08/1919 anche il Reparto giusto ,era il L Gruppo (scritto in Numeri Romani) con Cannoni da 149/28.Ogni Batteria aveva 4 Pezzi.
Un poco più difficile la Storia del Reparto.
Il 9°RAGGRUPPAMENTO Artiglieria d'Armata dipendeva direttamente dal Comando 8ªArmata.
Era stato spezzettato tra i vari Corpi d'Armata.
Il L era stato assegnato dal 10 Dicembre 1942 al XXXV° Corpo d'Armata ed ha fatto il Ripiegamento dalla linea del Don assieme alla Divisione Pasubio.
Alla sera del 19 Dicembre 1942,PER ORDINE del Comando Divisione Pasubio ,a causa della scarsità di Carburante,la maggior parte delle Artiglierie,dopo essere state INUTILIZZATE,vennero abbandonate e gli Artiglieri costituirono Unità di formazione assieme alla Fanteria.
Il giorno 21 Dicembre 1942 questa Colonna si trovava proprio ad Arbusow (oggi ARBUZOVKA).
Attualmente il Nominativo di Giuseppe NON figura nell'Elenco datoci dai Russi dopo il 1991.
Puoi fare,oltre a quello detto da Andrea,anche una telefonata ,al mattino,all'Albo d'Oro a Roma allo 06-47354648
e chiedi TUTTE le Notizie che hanno su Giuseppe oltre alla Copia del verbale di Irreperibilità.
Vedi di Iscriverti se vuoi,alla UNIRR.
Mandaci una Foto di Giuseppe se la hai,così la inseriamo in Sezione Immagini del sito assieme a quelle di TUTTI gli altri Morti come Lui sul Fronte Russo.
ci risentiamo.
Ciao Guido.
Maurizio
Ringraziano per il messaggio: Pier Angela , Guido Galliano

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

24/11/2013 17:26 #4 da Patrizia Marchesini
Arrivo ultima... dopo avere controllato su alcuni testi, volevo scrivere che le notizie recuperate sono davvero scarne e che il L Gruppo era stato assegnato al XXXV Corpo d'Armata, seguendo di conseguenza l'itinerario di tale CdA.
L'efficientissimo Maurizio, però, mi ha preceduta...
Non mi resta, quindi, che dare il mio personale benvenuto a Guido.

Saluti.

Patrizia Marchesini

P.S.
Ho tentato anche una ricerca nella bibliografia del sito, nella speranza di trovare qualche testo specifico, se non sul L Gruppo, almeno sul 9° Raggruppamento Artiglieria d'Armata... ma senza successo. Mi spiace.
Ringraziano per il messaggio: Guido Galliano

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

28/11/2013 16:20 - 28/11/2013 16:26 #5 da Patrizia Marchesini
Così sui due piedi mi vengono in mente due libri molto belli dal punto di vista narrativo, scritti da due ufficiali, entrambi del 30° Raggruppamento Artiglieria di Corpo d'Armata, gli (allora) sottotenenti Mario Bellini ed Eugenio Corti.
Nel raccontare il loro ripiegamento, si soffermano sugli eventi di Arbuzovka.

Ecco i riferimenti...

Mario Bellini, L'aurora a occidente, Bompiani, Milano, 1984
Eugenio Corti, I più non ritornano, BUR - Biblioteca Universitaria Rizzoli

Il libro di Bellini non è facile da reperire, in quanto - che io sappia - non è più stato ristampato. Il mio consiglio, in questi casi, è di rivolgersi alla propria biblioteca... se non l'avessero, è possibile ottenerlo tramite prestito inter-bibliotecario, un servizio di cui si occupa il personale della tua biblioteca, richiedendo un contributo minimo. Ho controllato e ho visto che il volume è disponibile presso parecchie biblioteche italiane.

Il volume di Corti è stato pubblicato da diverse case editrici, ma in questo periodo dovrebbe essere in promozione presso la BUR. Vedi qui .

Di Arbuzovka parla anche il generale Roberto Lerici (comandante la Divisione Torino) nella sua relazione sul ripiegamento della Divisione Torino. Tale relazione è pubblicata in Fronte Russo: c'ero anch'io, Vol. 1, famoso volume di testimonianze curato da Giulio Bedeschi.

Infine... provo a inserirti l'immagine di una schermata tratta dalla bibliografia del sito, con alcune pubblicazioni su Arbuzovka.

Ciao,

Patrizia




Allegati:
Ringraziano per il messaggio: Guido Galliano

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Patrizia MarchesiniMaurizio Comunello

Usiamo i cookies per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza nell'utilizzarlo. I cookies usati per le operazioni essenziali sono già stati impostati. Per ulteriori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come cancellarli, leggete la nostra privacy policy.

  Accettate i cookies da questo sito?