× Richieste di aiuto nelle ricerche

Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo

02/05/2020 19:37 #19 da Marco
Grazie sig. Girardi.
Colgo l'occasione della sua gentile risposta per invitare gentilmente i moderatori del forum a dare qualche indicazione su quanto scrivevo nell'ultimo capoverso del mio post del 29 aprile ovvero sul mancato aggiornamento, ormai da molto tempo, del sito UNIRR.
Resto in attesa.

Grazie ancora a Lei e buona serata.
M.R.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

02/05/2020 22:34 #20 da Patrizia Marchesini
Risposta da Patrizia Marchesini al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo

Marco ha scritto: Buonasera sig. Girardi,
[....]
Spiace, peraltro, notare come con il nuovo direttivo UNIRR, inspiegabilmente, sia stato interrotto l'aggiornamento del sito istituzionale, con l'unica eccezione di questo forum.
Sarebbe stato un ottimo strumento di condivisione delle esperienze di ciascuno.
Peccato.
[....]


----

Buonasera a tutti.
Non so se questa sia la giusta sede,... ma poiché Marco ha sollecitato notizie in merito, cercherò di fornirne qualcuna.
Dalla nascita del sito U.N.I.R.R. (nella primavera 2013),  ho curato pressoché da sola l'intero lavoro redazionale (incluso tutto il lavoro connesso a Facebook).
Per motivi familiari sono giunta, nell'autunno 2017, a una scelta alquanto sofferta e ho comunicato - in primis in maniera ufficiosa (via mail) - alla Presidenza nazionale la mia impossibilità a proseguire l'impegno suddetto.
Causa alcuni eventi molto importanti connessi all'associazione, ho comunque proseguito per tutto il 2018, sperando che quei mesi potessero servire alla Presidenza per reperire una o più persone che potessero sostituirmi.
Nel settembre 2018 ho ufficializzato - durante riunione di Giunta Esecutiva - la mia scelta di non proseguire l'impegno redazionale a favore del sito.
Con il 2019 (e con l'elezione di un nuovo Direttivo) le mie attività "visibili" sono rallentate moltissimo e mi sono dedicata in modo particolare all'aggiornamento dell'elenco caduti e dispersi, in base alle tante segnalazioni pervenute sin dal 2013 (sia da parte di familiari sia da parte Onorcaduti).
Nell'estate di quello stesso anno ho ribadito - durante conversazione telefonica con il nuovo Vicepresidente nazionale vicario - la mia impossibilità a proseguire le mansioni svolte sin dal 2013. Da allora non ho più avuto contatti con la Presidenza e non sono in grado di aggiungere altro.
Dall'inizio del 2020 mi dedico - se e quando possibile (e purtroppo non con la sollecitudine di un tempo) - soltanto al forum, nel quale compaio ancora come "admin".
Il forum, tuttavia, è strumento di tutti. Anche i semplici visitatori del sito U.N.I.R.R. possono leggere le varie discussioni (così come possono liberamente consultare quasi tutto il materiale disponibile nel sito medesimo).
Gli utenti registrati, come Simone e Marco, possono partecipare alle discussioni e crearne di nuove  e mi auguro che da qui in avanti il forum divenga un coro a più voci, con un concreto scambio di notizie e dettagli.

Un saluto.


Patrizia
Ringraziano per il messaggio: Maurizio Comunello, Marco, SIMONE GIRARDI

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

16/08/2020 21:24 #21 da SIMONE GIRARDI
Risposta da SIMONE GIRARDI al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Gentilissimi Sig.ra Patrizia Marchesini e Sig.re Maurizio Comunello,
dopo qualche mese di assenza (la mia ultima presenza nel forum risale al mese di Aprile 2020) e nessuna novità nelle ricerche relative al militare Deglause Legnani (cugino di mio nonno), C.le Magg. del 615° Ospedale da Campo (Sanità) facente parte della Divisione Cuneense, risultante disperso in Russia; ho avuto modo in questi ultimi giorni di Agosto, di apprendere dell'esistenza di una cartolina (di cui materialmente non dispongo poichè il possessore, mio zio, fratello di mio nonno, vive in una differente località), inviata da Deglause alla sua famiglia in data 6 APRILE 1941, diversi mesi prima, dunque, della sua partenza per il fronte russo (da quanto affermato anche dallo stesso zio possessore della cartolina) nella quale, oltre ad "augurare una Buona Pasqua ai suoi cari, sperando di rivedervi tutti molto presto" (parole che, lette anche a 79 anni di distanza, mettono i brividi, pensando a quanto poi accaduto) vi sono alcune indicazioni aggiuntive, di cui spero possiate Voi delucidarmi circa una loro effettiva rilevanza; la cartolina riporta: II ALPINO 203 REP. 615° O.C. (informazione quest'ultima già presente nelle Vostre gentili risposte). Deglause, inoltre, nella cartolina scrive di "essere in marcia dal 23 Marzo 1941 nei pressi di Udine".
Consultando, inoltre, l'Albo d'Oro dei Caduti Ferraresi 1940-1946 a cura di Gian Paolo Bertelli (file .pdf facilmente reperibile online), si cita il Tenente Colonnello 2° Rgt. Alpini C.te Btg. "Dronero" di nome Guaraldi Agostino, classe 1898; potrebbe essere legato in qualche modo al reparto Alpino di Deglause?
Ulteriori informazioni, mi portano a desumere che il sacerdote Cappellano militare del 2° Reggimento, 4°Divisione alpina "Cuneense" sia don. Stefano Oberto, deceduto nel campo di prigionia 74 di ORANKI il 15 Aprile 1943 (in seguito, medaglia d'oro al valor militare); potrebbe essere la strada giusta per scoprire la sorte del compianto cugino Deglause Legnani?
In ultimo, mi sono imbattuto in molteplici articoli trattanti l'iniziativa di due signori pensionati di Pavia (Antonio e Gianna Respighi) che, in seguito ad un loro viaggio in Russia, anni fa, nella zona di Michurinsk, nei pressi del campo di prigionia di UCIOSTOJE in cui morirono oltre 4000 italiani, si dedicano, collaborando con un abitante russo locale, a restituire le oltre 300 piastrine militari ritrovate e appartenenti proprio ai nostri cari deceduti e dispersi sul fronte del Don. PensaTe possa essere una strada corretta contattarli direttamente? Avete Voi stessi agganci con i due coniugi milanesi?

RingraziandoVi per la risposta e scusandomi del costante disturbo recatoVi, 
Porgo Cordiali Saluti
Simone Girardi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

26/08/2020 15:34 - 26/08/2020 15:43 #22 da Patrizia Marchesini
Risposta da Patrizia Marchesini al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Buonasera, Simone.

Riguardo ai suoi diversi quesiti, segnalo l'intervista all'allora sottotenente Marco Razzini, assegnato alla 17ª Compagnia del Battaglione Dronero.
Può leggerla cliccando sul link seguente:

www.unirr.it/testimonianze/502-intervista-a-marco-razzini

Vi sono accenni sia al maggiore Agostino Guaraldi (promosso poi tenente colonnello) - che era il comandante del Battaglione Dronero - sia a Don Stefano Oberto, cappellano del Battaglione.
Guaraldi, nato a Cento (FE), risulta deceduto in prigionia (data ufficiale di decesso, assegnata da Mindifesa: 31 marzo 1943).
Marco Razzini rammenta di avere visto per l'ultima volta il proprio comandante di Battaglione a Valujki, dopo la cattura... e purtroppo non era in buone condizioni di salute.

Non so dirle se la morte di Don Stefano Oberto, avvenuta a Oranki il 5 (e non il 15) aprile 1943, possa avere attinenza con l'eventuale cattura e con l'altrettanto eventuale decesso di Deglause in prigionia.
Purtroppo quando si parla di dispersi troppo spesso il ventaglio di ipotesi è molto ampio e pochissime (se non nulle) le certezze.

In merito, invece, all'ultimo punto... mi sento costretta a rimarcare una volta di più il mio punto di vista: pur comprendendo il valore affettivo che il piastrino militare assume, in modo specifico quando parliamo di un nostro soldato di cui si sono perse le tracce, bisogna rammentare che l'interesse suscitato da tali cimleli in anni recenti ha portato a un grosso incremento dell'e-commerce dei piastrini.
Ogni volta che vengono compiuti scavi non autorizzati e indiscriminati, ogni volta che cimeli simili vengono asportati dal terreno si perde in qualche modo la possibilità di dare un nome a eventuali resti di nostri militari...
Certo, se si parla di piastrini reperiti nei pressi del campo di Uciostoje la cosa ha sfumature un po' diverse, perché chi morì in quel campo venne sepolto in grandi fosse comuni, privo di elementi utili all'identificazione (così come accadde a tutti coloro che si spensero nei primi mesi del '43, quando la mortalità in prigionia era elevatissima) e si potrebbe anche dire che purtroppo i resti di chi morì a Uciostoje non verranno - temo - mai esumati, perché non sarebbe possibile dare loro un nome (e nemmeno accertare la nazionalità dei resti).

Tuttavia io personalmente non mi sento di azzardare nulla e concluderei con una lettera scritta anni addietro dall'allora Commissario Generale per le Onoranze ai Caduti, generale Vittorio Barbato.
Ritengo che i contenuti siano ancora in gran parte condivisibili (anche se ciò è un mio punto di vista soggettivo).

Un saluto.

Patrizia

Allegati:
Ringraziano per il messaggio: SIMONE GIRARDI

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

09/09/2020 15:24 #23 da SIMONE GIRARDI
Risposta da SIMONE GIRARDI al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Gentilissima Sig.ra Patrizia Marchesini,
Mi scuso anzitutto per questa mia tardiva risposta al Suo messaggio datato 26 Agosto ma il sito UNIRR ha smesso di notificarmi le Sue risposte via mail e ho dovuto fare l'accesso al sito per scoprire del Suo gentile messaggio.
Accolgo, con estrema riconoscenza, la Sua pazienza e il Suo aiuto nelle ricerche relative al compianto Deglause. 
La questione riguardante le piastrine, effettivamente "azzardata", mi è stata ottimamente chiarita dal Suo allegato di cui ho provveduto a leggerne i contenuti.
Essendo da poco rientrato dalle vacanze, provvederò (seppur con ritardo rispetto ai Suoi preziosi consigli) a chiedere informazioni agli uffici ministeriali competenti di Roma circa il Foglio Matricolare, la cui importanza ho compreso essere PRIMARIA per qualsiasi genere di ricerca militare.
Mi scuso per le imprecisioni tecniche-storiche, dovute alla chiara non-esperienza in un campo così delicato e dettagliato.
Sperando che il possesso del Foglio Matricolare possa gettare ulteriore luce sulla sorte dell'alpino Deglause Legnani, del quale mi auguro con tutto il cuore di riuscire a capirne l'eventuale decesso in prigionia oppure gli accadimenti successivi alla ritirata (più volte mio zio ha ripetuto che, secondo la stessa moglie del militare, deceduta pochi anni fa, Deglause avesse quanto meno iniziato la ritirata dal fronte),
Porgo Cordiali Saluti
Simone Girardi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

14/09/2020 10:45 #24 da Patrizia Marchesini
Risposta da Patrizia Marchesini al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Buongiorno, Simone.

Non si preoccupi per la risposta tardiva.
Quello che è strano, invece, è il fatto che non le sia arrivata notifica del mio commento, cosa che dovrebbe avvenire in automatico in quanto - avendo lei iniziato una discussione - dovrebbe essere avvisato ogniqualvolta vengano postati contributi ulteriori alla discussione medesima.

Tempo fa è capitato anche a me: mi sono accorta di alcuni nuovi post nel forum solo perché mi ero collegata al sito e avevo controllato il forum stesso.
Mi auguro che il problema non si verifichi più... in caso dovrò avvertire il webmaster.

Riguardo alle sue ricerche su Deglause, se scorre le mie risposte precedenti vedrà che oltre al Foglio Matricolare le avevo consigliato di procurarsi anche il Verbale di Irreperibilità (mi raccomando: consulti - come le avevo suggerito - la Guida per le ricerche per sapere come procurarsi copia dei due documenti).

Cordiali saluti.

Patrizia
Ringraziano per il messaggio: SIMONE GIRARDI

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Maurizio ComunelloPatrizia Marchesini

Usiamo i cookies per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza nell'utilizzarlo. I cookies usati per le operazioni essenziali sono già stati impostati. Per ulteriori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come cancellarli, leggete la nostra privacy policy.

  Accettate i cookies da questo sito?