× Richieste di aiuto nelle ricerche

Data di nascita, Croce di Guerra ? di DALMASSO Giorgio (o DALMAZZO)

19/05/2020 09:11 #1 da Michel DALMAZZO
Buongiorno,
Soprattutto, mi scusi:  io parlo un po 'meglio di quanto scrivo .... 
Mio padre partì per il fronte russo nel 1943.
Tornò, ma morì prima che potessi chiederle dettagli
Il suo nome è DALMAZZO (a volte scritto DALMASSO) Giorgio
Era, credo, nella divisione Cuneense, in IV Battaglione Misto Genio.
Su alpini-cuneense.it, nella lista dei nomi, ho trovato un nome che potrebbe essere quello di mio padre: DALMASSO Giorgio 
ma non sono sicuro che sia lui.
C'è un modo per conoscere la data di nascita di questo DALMASSO Giorgio?
Si dice che abbia ricevuto una croce di guerra al V.M.
C'è un modo per ottenere informazioni da quel lato?
Sarò mille volte grato se mi potessi aiutare.
Grazie mille, mille.
Michel DALMAZZO

Voglio anche vi ringrazio innanzitutto per il grande lavoro che state facendo

prima che potessi chiederle dettagliprima che potessi chiederle dettagli
Mi scusi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/05/2020 12:56 #2 da Riccardo
Buongiorno Michel
Nella pagina RICERCHE-RICERCA NELL'ELENCO CADUTI a cui può accedere da qui (cerchi la pagina in alto a destra, prima di FORUM) è indicato un Dalmasso Giorgio nato a Cuneo il 19-09-1921 ma risulta deceduto l'8-4-43 in prigionia. Quindi non può essere suo padre, che invece tornò.
Riccardo

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/05/2020 13:22 #3 da Michel DALMAZZO
Buongiorno Riccardo,

Grazie mille per questa risposta, Riccardo

Ci sono due DALMASSO Giorgio!
Uno rimase lì (è nato nel 1921).
Questo è l'altro che è tornato vivo, di cui vorrei conoscere la data o dove possiamo trovare informazioni sulla sua croce di guerra. 
Ha il n 06175.

Ma ancora grazie mille !!

Michel DALMAZZO

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/05/2020 14:57 #4 da Riccardo
Rieccomi.
Sul sito: decoratialvalormilitare.istitutonastroazzurro.org/# , si cita un Dalmasso Giorgio (classe 1921) a cui è stata assegnata una "croce al valor militare" nel 1951 con la motivazione dell'allegato in calce. Non viene specificato se la decorazione è "alla memoria", cioè se il militare è deceduto e quindi è lo stesso Giorgio di cui abbiamo note che morì in prigionia ma l'anno di nascita - come può vedere dallo stralcio - è lo stesso. Molto facile, dunque, che sia la stessa persona anche se non si ha la certezza
Nell'elenco dei decorati esiste poi ancora un altro Dalmasso Giorgio che ricevette una MAVM ma nella guerra del 15-18. Non ve ne sono altri.
Col cognome Dalmazzo invece non compare alcun militare.
Quindi risulterebbe che un solo Dalmasso Giorgio abbia ricevuto decorazioni militri nel corso dell'ultima guerra.
Riccardo
Allegati:

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/05/2020 16:55 #5 da Michel DALMAZZO
Ancora grazie mille!
Mi hai detto il sito che stavo cercando!
Dunque, se l'elenco di www.alpini-cuneense.it/ è corretto, ci sono due diversi DALMAZZO Giorgio. 
Il primo è un artigliere, morto nel campo russo.
L'altro è un soldato del battaglione misto Genius, decorato. 
Toutte due sono nati il1921. 
Ciò significa che mio padre non apparteneva alla divisione Cuneense!!!
Ci avevo creduto perché mio padre orfano era stato mandato in Piemonte o in Liguria. 
Ecco perché ho pensato che fosse a Cuneense o Cosseria!
Grazie a lei, devo cercare in Cosseria!
Sfortunatamente, è meno documentato di Cuneense.
Grazie, grazie mille.
Michel DALMAZZO

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/05/2020 21:23 - 20/05/2020 13:16 #6 da Patrizia Marchesini
Buonasera...

Ringrazio Riccardo per il suo contributo e per avere effettuato subito una verifica nell'Archivio Digitale dell'Istituto del Nastro Azzurro.

Cerchiamo, ora, di fare il punto della situazione.

Michel ci dice che il padre partì per il Fronte Russo nel 1943. Immagino si tratti di un errore di battitura e che Michel in realtà volesse scrivere 1942.
Tuttavia - se parliamo di Cuneense - occorre ricordare che gli ultimi reparti di complementi destinati alla Divisione raggiunsero i dintorni di Rossoš' (sede del Comando di Corpo d'Armata alpino) il 10 gennaio e il 13/14 gennaio '43.
Questi nostri alpini ebbero la sfortuna di arrivare in loco proprio quando i Sovietici attaccarono la città di Rossoš' (il 15 e il 16 gennaio 1943) e - impiegati così come altri reparti a difesa della città per contrastare gli avversari - vennero praticamente annientati.

Passiamo al sito www.alpini-cuneense.it e alle liste di caduti e dispersi (nonché di deceduti in prigionia) che propone. Sebbene l'intento di mantenere viva la memoria di quegli uomini sia più che meritevole... si tratta, a mio avviso, di elenchi incompleti/imprecisi.
Per esempio: tra i dispersi ho trovato l'alpino Marco Duberti (era assegnato al Battaglione Pieve di Teco), che fu uno dei primi reduci con cui entrai in contatto.
Catturato dai Sovietici, sopravvisse alla prigionia. Ci ha lasciati nel 2002.

Le liste alfabetiche del sito www.alpini-cuneense.it mostrano - ove noto - il reparto di appartenenza del caduto o del disperso (si veda la legenda in calce alla pagina del sito suddetto). Per il Giorgio Dalmasso citato nella lista, non è indicato il reparto.

Veniamo ora a quanto emerge dall'elenco caduti e dispersi disponibile nel sito U.N.I.R.R..

Ho trovato un solo militare con il cognome Dalmazzo.
Si chiamava Aldo Dalmazzo, classe 1920, nato a Borgofranco d'Ivrea - TO, assegnato al 53° Reggimento Fanteria della Divisione Sforzesca.
Risulta disperso - come tantissimi di tale Grande Unità - dal 25 gennaio 1943 (data scelta d'ufficio dal Ministero della Difesa).

Con il cognome Dalmasso, invece, dall'elenco disponibile in questo sito emergono 49 militari.
Quasi tutti (eccetto quattro o cinque) in organico a reparti della Divisione Cuneense, e quasi tutti (a parte quattro di essi, nati in Francia) nati a Cuneo o provincia.
Se apriamo la scheda di dettaglio di Giorgio Dalmasso, classe 1921, nato a Cuneo e deceduto in prigionia il giorno 8 aprile 1943 presso il campo ospedale 1773... noteremo che il padre si chiamava Marco. Il nome della madre non compare.

Ora, il Giorgio Dalmasso che, come giustamente ha evidenziato Riccardo, meritò la Croce di Guerra al Valor Militare era anch'egli nato nel 1921 a Cuneo, e suo padre si chiamava Marco. L'Archivio Digitale ci dice che la madre si chiamava Maria Pellegrini (ma non possiamo fare un raffronto, perché come abbiamo detto la scheda di dettaglio del Giorgio Dalmasso presente nell'elenco del sito U.N.I.R.R. non mostra il nome della mamma).

Corrisponde, tuttavia, anche il reparto di appartenenza (il IV Battaglione Misto Genio). Pur con cautela, mi sentirei di dire che i due Giorgio Dalmasso - inclusi rispettivamente nell'elenco del sito U.N.I.R.R. e nell'Archivio Digitale dell'Istituto del Nastro Azzurro - potrebbero essere la stessa (sfortunata) persona... sebbene l'Archivio Digitale dell'Istituto del Nastro Azzurro non specifichi se il Giorgio Dalmasso cui venne concessa la Croce di Guerra al Valor Militare morì al Fronte Russo oppure no.

A Michel, per fugare ogni dubbio (e avere conferme su luogo e data di nascita, nonché sul reparto idi appartenenza del padre), suggerirei - se gli è possibile di richiedere copia del Foglio Matricolare (la richiesta va inviata all'Ufficio Documentale o all'Archivio di Stato competenti per territorio, a seconda del luogo di nascita del militare su cui si stanno svolgendo ricerche).
Nella Guida per le ricerche disponibile in questo sito, può consultare le Sezioni della Guida dedicate agli Uffici Documentali e agli Archivi di Stato, cliccando poi sui link che mostrano gli Uffici Documentali e gli Archivi di Stato attualmente operativi.
Richieste del genere, ormai, si possono inoltrare via e-mail (e quindi non dovrebbero esservi problemi se il richiedente vive all'estero, come immagino sia per Michel).

Altri controlli non sono in grado di farne, poiché l'elenco disponibile nel sito U.N.I.R.R. è relativo soltanto a chi non fece ritorno e non mostra i nominativi di chi, per fortuna, sopravvisse a quella Campagna bellica.

Un cordiale saluto.



Patrizia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Maurizio ComunelloPatrizia Marchesini

Usiamo i cookies per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza nell'utilizzarlo. I cookies usati per le operazioni essenziali sono già stati impostati. Per ulteriori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come cancellarli, leggete la nostra privacy policy.

  Accettate i cookies da questo sito?