×
Ricerche di militari

Prima di postare domande relative a ricerche di militari, si prega consultare la guida che abbiamo creato al seguente indirizzo:
www.unirr.it/ricerche/guida-per-le-ricerche-di-militari

Forni rotabili e WEISS - squadra panettieri

05/06/2014 10:02 - 05/06/2014 10:07 #7 da Patrizia Marchesini
Alcune foto di un esemplare di Forno Rotabile Weiss, restaurato a cura del Museo della Guerra Bianca in Adamello ed esposto presso la sede museale di Temù (BS). Le immagini sono state gentilmente fornite da un socio e collaboratore del museo.



















Saluti,

Patrizia Marchesini

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

11/04/2018 14:00 #8 da Giuseppe Dordoni

Patrizia Marchesini ha scritto: Alla risposta dettagliata di Maurizio non mi rimane che aggiungere il link alla discussione iniziata da Lisa (cui Maurizio ha accennato); Lisa è in cerca di notizie sul nonno Rinaldo Bisori della 23ª Squadra Panettieri Forni Weiss.
Di recente nella discussione suddetta abbiamo inserito - grazie al contributo del signor Stefano Bertoli - la foto di un forno Weiss restaurato e due disegni 3D dello stesso. Clicca qui .

Il signor Bertoli mi ha anche spiegato alcune cose che forse potranno interessare: di solito le Squadre Panettieri erano alle dipendenze dell'Intendenza. Un caso a sé è il Corpo degli alpini: considerato il teatro d'operazioni cui gli alpini andrebbero destinati, le Squadre Panettieri venivano gestite a livello di singola divisione, quando non a livello ancora più capillare; le distanze facilmente percorribili in pianura, in montagna possono richiedere tempi sensibilmente più lunghi, per cui la sussistenza era - di regola - frazionata allo scopo di garantire il vettovagliamento con la maggiore frequenza possibile.

Al Fronte Russo - nello specifico - la 61ª, la 62ª, la 63ª e la 256ª Squadre Panettieri erano assegnate rispettivamente alla Tridentina, alla Julia, alla Cuneense e alla Vicenza. Quest'ultima, pur non essendo una Divisione alpina, venne uniformata a quel modello di servizi e logistica in quanto fu - come noto - assegnata al Corpo d'Armata alpino a inizio dicembre 1942.



Saluti.

Patrizia Marchesini.


Buongiorno a tutti, mi sono appena registrato nella chat.
Vorrei conoscere quanto possibile inerente il reparto di mio padre reduce, S.Ten. Virginio Dordoni che comandava la 2a squadra 191ma sezione speciale panettieri forni someggiati a Millerovo dal luglio 1942 al 15/1/43 inizio del ripiegamento verso Woroshilovgrad. Intendo notizie sul reparto, il servizio svolto, l'organico, in quale divisione era inserito. Da un suo scritto si rileva che poco tempo prima del 15/1/43. La 1ma compagnia dove era dislocata? Da un suo scritto si rileva che un altra squadra panettieri aveva ricevuto l'ordine di lasciare Millerovo, per dove? Si trattava della compagnia n. 1? Il suo gruppo fu tra gli ultimi a ritirarsi dopo aver fatto saltare i magazzini. Vi sarei grato se sareste in grado di fornirmi quanti particolari possibili soprattutto il periodo dic 42 - genn 43.
Grazie tante anticipate. Il figlio Giuseppe

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2018 17:38 - 20/04/2018 21:23 #9 da Patrizia Marchesini
Buonasera, Giuseppe.

Mi scuso per l'attesa, ma nel frattempo ho cercato notizie.
Senza, peraltro, trovare granché.

Innanzitutto, come può vedere nel Quadro di Battaglia dell'8ª Armata, la 191ª Sezione Panettieri era alle dipendenze dirette dell'Intendenza d'Armata (nel Quadro di Battaglia si veda Intendenza --> Commissariato).
Questo significa che la Sezione non dipendeva da una Divisione specifica.

Quanto segue è desunto da I Servizi Logistici delle Unità italiane al Fronte Russo (1941-1943), a cura dell'Ufficio Storico - Stato Maggiore dell'Esercito.

A pagina 288 il documento 28/Sv. ci dice che nel giugno/luglio 1942 la Sezione si trovava a Chanshonkovo.
Era composta da tre Squadre di 16 forni someggiati e ne facevano parte 5 ufficiali e 364 uomini, tra sottufficiali e truppa.

A pagina 291 il documento 33/Sv. riferisce che, ad agosto 1942, la 191ª Sezione era funzionante a Vorošilovgrad.

A pagina 292 il documento 34/Sv. riporta una suddivisione per la 2ª Squadra della 191ª Sezione: alla data del 10 dicembre 1942, mezza Squadra - con sei forni someggiati - si trovava a Millerovo.
In città, era dislocata anche la 28ª Squadra Panettieri (con Comando e 1ª Squadra, più dieci Forni Weiss).

L'altra metà della 2ª Squadra - provvista anch'essa di sei forni someggiati - era presso il Centro Logistico di Kantemirovka (costituitosi il 1° agosto 1942).

Tornando a ciò che ho scritto all'inizio, sebbene la 191ª Sezione non fosse alle dipendenze dirette di una Divisione specifica, possiamo ipotizzare che metà della 2ª Squadra - essendo dislocata a Millerovo - supportasse il XXXV Corpo d'Armata, mentre l'altra metà - situata a Kantemirovka - lavorasse in funzione del II Corpo d'Armata.

A pagina 295 - dal documento 37/Sv. - emerge che dopo il 18 gennaio 1943 erano rimasti a Vorošilovgrad (per quanto riguarda i reparti Panettieri)

. il Comando della 28ª Sezione
. il Comando della 175ª Sezione con forni someggiabili
. il Comando, la 1ª e la 2ª Squadra della 191ª Sezione con forni someggiabili.

Sulla 191ª Sezione non ho trovato altro, mi spiace.


Nel nostro elenco bibliografico ho visto un libro di Diego Tabacchi, intitolato L'assedio di Millerovo (pubblicato nel 1998 da Tipolitografica Armena).

Aggiungo che, durante l'assedio di Millerovo, era presente in città un ufficiale della Divisione Sforzesca (Vittorio Luoni), che ha scritto diverse cose. Non possiedo nessuno dei suoi libri, ma nell'elenco bibliografico suddetto vi sono alcune sue pubblicazioni.

Segnalo un'altra discussione di questo forum che forse potrà interessarle...
Ma la trilogia di cui si parla è in lingua russa.

Cercherò ancora e le riferirò ulteriori dettagli in cui dovessi imbattermi (ricordo una testimonianza di Luoni nel libro di Aldo Valori sulla Campagna di Russia: vedrò se vi siano accenni ai reparti Panettieri).

Un saluto.


Patrizia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

23/04/2018 09:57 #10 da Giuseppe Dordoni
Molte grazie della sua ricerca. Diverse circostanze da lei riportate mi risultano tali dagli scritti in mio possesso. Non mi risultava che vi fosse una mezza compagnia della 191ma a Kantemirovka. Se riuscirà ad avere altro gliene sarò grato.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

24/04/2018 13:56 #11 da Patrizia Marchesini
Salve, Giuseppe.

Quanto segue è ricavato dal 2° volume dell'opera di Aldo Valori, La Campagna di Russia - CSIR-ARMIR: 1941-1943.

Il XXXVI Capitolo è dedicato all'assedio di Millerovo. In queste prime quattro scansioni troverà un accenno alla 191^ Sezione Panettieri.

[Mi scuso per la qualità delle immagini, ma il libro è molto vecchio e con una qualità di stampa originaria non ottimale. Inoltre, non posso schiacciarlo troppo sotto il coperchio dello scanner, nel timore di danneggiarlo.]








Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

24/04/2018 14:07 #12 da Patrizia Marchesini
Passo ora alla testimonianza del capitano Vittorio Luoni, all'epoca ufficiale della Divisione Sforzesca che, per una serie di circostanze (come le ho già accennato), venne a trovarsi a Millerovo e, durante, l'assedio, ebbe ai suoi ordini una Compagnia di volontari.

Introduco la testimonianza da un trafiletto (presente nell'opera già menzionata di Aldo Valori, ma inserito dopo la testimonianza stessa); siccome in origine l'opera di Aldo Valori venne pubblicata a fascicoli, queste righe di Luoni sono una sorta di precisazione alla testimonianza già stilata in precedenza... e a noi servono per contestualizzare meglio gli eventi.

Allegati:

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Maurizio ComunelloPatrizia Marchesini