SOSTIENI L'IMPEGNO DELL'U.N.I.R.R.

Il modesto contributo che lo Stato versava all'U.N.I.R.R. è stato eliminato. Nonostante la nostra associazione operi grazie al volontariato gratuito, ha dei costi che vanno necessariamente sostenuti. Per preservare la memoria e continuare il supporto alle famiglie nelle ricerche dei dispersi, abbiamo bisogno del tuo aiuto.
Puoi diventare socio U.N.I.R.R. oppure donare liberamente con le seguenti modalità: tramite bollettino postale sul conto corrente n. 60955408 intestato a U.N.I.R.R. - Via Vincenzo Monti 59, 20145 MILANO, oppure tramite carta di credito o Paypal:

 

La Presidenza Nazionale U.N.I.R.R. partecipa regolarmente e ove possibile alle adunate, alle celebrazioni religiose e militari, alle giornate del ricordo e a tutte le manifestazioni di rilievo organizzate con lo scopo di celebrare e pregare per i defunti durante la Campagna di Russia.

 

S. MAURIZIO DI CERVASCA (CN) – 6 MAGGIO 2018 – RIAPERTURA DEL SANTUARIO DELLA MADONNA DEGLI ALPINI

 

Alla riapertura del Santuario della Madonna degli Alpini erano presenti anche tre reduci della Divisione Cuneense (Giovanni Alutto – 102 anni a novembre, di Carmagnola –, Giuseppe Falco – 97 primavere, di San Rocco Castagnaretta Cuneo – e Giuseppe Garnerone, 97 anni, di Montemale.

 

Riapertura Sacrario Cervasca 1

Riapertura Sacrario Cervasca 2

Riapertura Sacrario Cervasca 3

Foto di Sergio Lanteri

 

COLLE DI NAVA (IM) – 1° LUGLIO 2018 – CERIMONIA COMMEMORATIVA ANNUALE

 

Alla cerimonia al Colle di Nava erano presenti anche la Presidenza nazionale U.N.I.R.R. (con il nostro Medagliere)

e le Sezioni di Cuneo, Monferrato e Torino.

 

Colle di Nava1 2018

Colle di Nava2 2018

Colle di Nava3 2018

 

 

ZELANT DI MEL (BL) – 8 LUGLIO 2018 – COMMEMORAZIONE CADUTI E DISPERSI

 

La Sezione di Belluno dell’Unione Nazionale Italiana Reduci di Russia ha tenuto una cerimonia nella conca di Zelant di Mel (BL), per commemorare il 75° anniversario del ripiegamento dal Don e i Caduti e i Dispersi di quella sanguinosa campagna di guerra.

La S. Messa è stata celebrata da Don Secondo Dalla Caneva sul sagrato della chiesetta di Zelant, costruita nel 1973 dagli alpini in ricordo dei Caduti di tutte le guerre. All'esterno del piccolo edificio si notano un grande cannone e il monumento dello scultore Beppino Lorenzet, un’opera bronzea inaugurata nel 1997, raffigurante un cappotto e uno scarpone abbandonati e alcuni girasoli, simboli  tragici della Campagna di Russia.

 

Presenti il Medagliere Nazionale U.N.I.R.R. e i Labari U.N.I.R.R. della Presidenza Nazionale, delle Sezioni di Milano, di Torino, di Belluno e di Feltre, il Labaro della Federazione provinciale di Belluno del Nastro Azzurro e quello dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra della Sezione di Belluno... oltre alle bandiere dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Belluno e Mel e ai Gagliardetti dell’A.N.A. di Voltago Agordino, Falcade, Belluno e Mel.

La vice-presidente vicario nazionale – Luisa Fusar Poli –, la presidente della Sezione di Belluno – Franca Rossa Comina –, il Sindaco di Mel e il tenente colonnello Giulio Fasolino (7° Reggimento alpini) hanno sottolineato – nelle rispettive allocuzioni – i sacrifici affrontati dai militari italiani al Fronte Russo, le perdite gravissime conseguenti tale campagna di guerra e l'importanza della memoria, nonché di valori come pace e fratellanza.

 

  • 01
  • Visite: 15
  • 02
  • Visite: 19
  • 03
  • Visite: 12
  • 04
  • Visite: 12
  • 05
  • Visite: 16
  • 06
  • Visite: 11
  • 07
  • Visite: 16
  • 08
  • Visite: 11

 

FINE