× Richieste di aiuto nelle ricerche

Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo

16/04/2020 09:32 #7 da Patrizia Marchesini
Risposta da Patrizia Marchesini al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Buongiorno, Simone.

Ricapitoliamo quanto le avevo scritto.

Dal Quadro di Battaglia ufficiale dell'8ª Armata italiana (a cura USSME) - che le avevo suggerito di consultare nella mia prima risposta - non emerge l'Ospedale da Campo 615. Esso viene tuttavia menzionato nel volume di Giorgio Corbia (tra i Servizi di Sanità della Divisione Cuneense); tramite il Quadro di Battaglia suddetto, andando a verificare nello specifico i reparti della Cuneense, potrà aprire un file .pdf che ne elenca i Servizi divisionali, inclusi quelli di Sanità.

L'O.C. 615 non viene citato neppure nel Quadro di Battaglia della Divisione Cuneense riportato nel volume Catanoso/Uberti, ma lo troviamo poi in un'appendice del volume stesso, relativa alla composizione iniziale delle colonne in ripiegamento della suddetta Grande Unità.
L'aggettivo iniziale è d'obbligo perché le circostanze in cui si svolse il movimento verso ovest delle truppe alpine comportarono una frammentazione più o meno consistente delle colonne in marcia (a seconda degli eventi e degli scontri affrontati dai reparti).

Non ho invece trovato traccia dell'O.C. 615 tra i reparti della Divisione Julia.
Non le ho ancora chiesto se la sua famiglia sia in possesso di copia del Foglio Matricolare e del Verbale di Irreperibilità di Deglause Legnani.
Sono documenti imprescindibili per intraprendere qualsiasi ricerca, seppure in molti casi scarni di informazioni.
Tuttavia dovrebbero confermare l'appartenenza del suo congiunto all'ospedale in questione.
Per procurarseli, qualora non ne abbiate copia, segua i suggerimenti forniti nella Guida per le ricerche disponibile in questo sito (può accedervi dalla home-page).

Altro modo per accertare il reparto di appartenenza è quello di controllare il mittente indicato su eventuali lettere e cartoline inviate dal militare ai propri cari durante la permanenza al Fronte Russo. I nostri soldati erano sempre molto precisi al riguardo, per essere certi di ricevere posta da casa.

---

In merito al suo ultimo quesito... in Italia vi sono parecchi monumenti dedicati a quanti combatterono in Russia.
Immagino di non essere a conoscenza di tutti quelli esistenti.
Potrà leggere le schede relative ad alcuni di essi scegliendo - dal menù principale che compare in alto - Risorse --> Schede Monumenti.
Vi sono inoltre alcune gallerie-fotografiche specifiche (che potrà visualizzare cliccando su questo link: www.unirr.it/gallerie-immagini/monumenti ).
Tra i monumenti non posso non segnalare il Tempio Sacrario di Cargnacco (UD),  fortemente voluto e realizzato per volontà di Don Carlo Caneva (cappellano militare e reduce di prigionia); a Cargnacco - la terza domenica di settembre - ha luogo una cerimonia commemorativa (o almeno, così è stato fino al 2019; non so dirle, causa COVID-19, come andranno le cose in futuro... ma potrà informarsi presso la Presidenza nazionale U.N.I.R.R.).

Un saluto.


Patrizia
Ringraziano per il messaggio: SIMONE GIRARDI

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

18/04/2020 13:36 #8 da SIMONE GIRARDI
Risposta da SIMONE GIRARDI al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Gentilissima Sig.ra Patrizia Marchesini,
ho consultato, come da Lei suggerito, la "Dislocazione delle Unità del Corpo d'Armata Alpino" documenti custoditi presso Archivio Ufficio Storico S.M.E., constatando l'appartenenza del 615° Ospedale da Campo alla Divisione Cuneense da Lei citata; in particolare, il documento ufficiale, cita la località di Loschtschina (oggi Saposchok, a sud di Mosca) come ultima sede del reparto. 
Da quanto ho potuto leggere, se ho compreso adeguatamente quanto scritto sui vari siti di ricerca, la consultazione delle schede, relative ai militari impegnati nei molteplici fronti, risulta pubblica trattandosi di eventi storici particolarmente "passati" (potrei sbagliarmi), per quest'ultima ragione non pensavo fosse necessario richiedere personalmente, agli organi preposti, ulteriori certificazioni (come il Foglio Matricolare).
Accogliendo la Sua gentile indicazione, mi informerò con maggiore adeguatezza nella sezione "Guida per le ricerche" di questo sito.
Sperando di gettare un ulteriore fascio di luce su questa, per ora incerta, ricerca; sperando di cogliere quante più informazioni possibili circa il compianto cugino di mio nonno,
rinnovo ulteriormente un profondo e sentito ringraziamento
Porgo Cordiali Saluti

Simone Girardi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

19/04/2020 10:59 #9 da Patrizia Marchesini
Risposta da Patrizia Marchesini al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Eccomi, Simone.

Sono destinata a fare brutte figure, con lei.
Prima il dettaglio relativo alla data di scomparsa di Deglause, e poi il discorso sull'Ospedale da Campo 615.
Mi ero focalizzata e intestardita sui Servizi divisionali, ma l'ospedale era in organico al 2° Reggimento alpini.
E quindi compare  tra i reparti di tale reggimento, sia nel Quadro di Battaglia dell'Armata italiana disponibile nel sito U.N.I.R.R., sia in quello della Divisione Cuneense (in appendice al volume Catanoso/Uberti di cui abbiamo parlato).

La cosa, in fondo, è più che logica. A differenza dei reggimenti delle Divisioni di Fanteria, si ipotizzava che quelli alpini dovessero/potessero operare in montagna... cioè in territorio e in situazioni in cui sarebbe stata necessaria la maggiore autosufficienza possibile (a livello di Sanità, di salmerie, di sussistenza).

In merito all'ultima dislocazione dell'O.C. (immagino abbia consultato il documento che cita nel sito www.plini-alpini.net ), la corretta traslitterazione della località dovrebbe essere Loščina, anche se molto spesso la si trova in versioni simili a quella che lei riporta.

Nel sito suddetto - grazie al sistema WebGis disponibile --> webgis.iia.cnr.it/CampagnadiRussia/map_default.phtml  -  si possono creare cartine personalizzate, partendo da mappe dell'epoca. Di seguito incollo una cartina con lo schieramento della Divisione Cuneense (i reparti sono le macchie di colore rosso).
In colore blu ho evidenziato alcune località: Rossoš (sede del Comando di CdA alpino), Staraja Kalitva, Popovka (prima località toccata nel ripiegamento)... nonché i fiumi Don e Kalitva.



Ingrandendo un po' la cartina precedente, ho evidenziato la posizione di Loščina, che il WebGis segnala con un piccolo puntino azzurro, poco a est di Ternovka.



Riguardo ai documenti dei singoli militari (che l'U.N.I.R.R. non detiene e che sono di pertinenza Mindifesa), in teoria dopo oltre settant'anni decadono quasi tutti i vincoli relativi alla loro consultazione, previa richiesta agli uffici competenti.
Può essere che in futuro si giunga alla possibilità di visualizzare tale documentazione direttamente dal proprio pc.
Per quanto so, dopo un lungo lavoro è stata completata la digitalizzazione dei fascicoli della Seconda Guerra Mondiale conservati presso l'Albo d'Oro (la notizia è del 25 settembre 2019 ed è disponibile nella sezione News della pagina web del Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti).
Ma la digitalizzazione - che cmq facilita molto il reperimento dei documenti da parte del personale preposto e l'eventuale invio tramite mail - è una cosa, la totale disponibilità in rete dei documenti stessi è altra faccenda.

Un saluto.


Patrizia
Allegati:
Ringraziano per il messaggio: SIMONE GIRARDI

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2020 13:24 #10 da SIMONE GIRARDI
Risposta da SIMONE GIRARDI al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Gentilissima Sig.ra Patrizia,
Le sono estremamente riconoscente per il Suo sempre tempestivo e gentile aiuto in questa lunga ricerca.
Ricapitolando la situazione: si può definire con certezza che il cugino del mio nonno, Deglause Legnani, nato a Copparo (FE) nel 1915, abbia fatto parte del 2° Reggimento Alpini Divisione Cuneense (non Julia come più volte citato dal racconto di mio nonno) in particolare Ospedale da Campo 615, nel Quadro di Battaglia dell'Armata Italiana impegnata sul fronte russo (1942-1943). Diviene possibile approfondire tali vicende nelle opere letterarie da Lei gentilmente suggeritemi (e di cui non tarderò la lettura) tra le quali il volume Catanoso/Uberti, i libri del celebre Giulio Bedeschi e molti altri trattanti le vicende della suddetta Divisione impegnata al fronte.
Per quanto riguarda la reperibilità di ulteriori informazioni e schede militari ufficiali dettagliate, invece, non è oggigiorno prevista una consultazione digitale online attraverso i canali ufficiali del Ministero ma, contemporaneamente, osservato il periodo di tempo passato (più di settant'anni), sono decaduti i vincoli che richiedevano il Foglio Matricolare come prerequisito di accesso a codesta documentazione.
L'unica possibilità rimane, dunque, contattare (aspettando tempi migliori) direttamente quali organi competenti, di preciso?
Scusandomi per il costante disturbo recatoLe in questo periodo storico di assoluta emergenza socio-sanitaria,
Porgo Cordiali Saluti

Simone Girardi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

20/04/2020 14:12 #11 da Patrizia Marchesini
Risposta da Patrizia Marchesini al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo

SIMONE GIRARDI ha scritto: [...] Per quanto riguarda la reperibilità di ulteriori informazioni e schede militari ufficiali dettagliate, invece, non è oggigiorno prevista una consultazione digitale online attraverso i canali ufficiali del Ministero ma, contemporaneamente, osservato il periodo di tempo passato (più di settant'anni), sono decaduti i vincoli che richiedevano il Foglio Matricolare come prerequisito di accesso a codesta documentazione.
L'unica possibilità rimane, dunque, contattare (aspettando tempi migliori) direttamente quali organi competenti, di preciso? [...]


Forse non mi ero spiegata bene.
I documenti possono essere richiesti dai familiari ai vari uffici ed enti (la invito, una volta di più, a consultare la Guida per le ricerche per verificare cosa chiedere a chi.
Una volta le copie venivano spedite in forma cartacea. Oggi, naturalmente, si predilige l'invio di scansioni.

Tra i documenti suddetti, presso l'Albo d'Oro sono conservate (come sottolinea anche il file-guida) "eventuali testimonianze rilasciate da commilitoni dei nostri soldati scomparsi. Tali testimonianze – quando esistenti – potrebbero aiutare a comprendere quale sia stata la sorte di chi non fece ritorno."
Affinché venga inviata copia di una testimonianza relativa a un determinato militare deceduto o disperso - non devono sussistere più vincoli legati alla privacy o al cosiddetto diritto all'oblio. E nella stragrande maggioranza dei casi tali vincoli non sussistono e la testimonianza perviene ai familiari.
Ma mi era stato riferito che, sebbene siano trascorsi oltre settant'anni dai fatti, a volte nelle testimonianze possono esservi dettagli che non sempre Mindifesa decide di rendere in qualche modo pubblici tramite l'invio di una scansione.

Purtroppo non sono in grado di dirle - è intuibile - se su Deglause possa esistere una testimonianza presso l'Albo d'Oro.
Credo però che - se esistesse una qualsiasi dichiarazione testimoniale - per il suo congiunto non risulterebbe tuttora indicata una data di dispersione così generica come il 31 dicembre 1942/1° gennaio 1943.

Saluti.


Patrizia
Ringraziano per il messaggio: SIMONE GIRARDI

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

25/04/2020 16:44 #12 da SIMONE GIRARDI
Risposta da SIMONE GIRARDI al topic Ricerche su Deglause Legnani - 615° Ospedale da Campo
Gentilissima Sig.ra Patrizia Marchesini,
mi scuso per una così tardiva risposta, volgo a Lei un ulteriore e profondo ringraziamento per quanto fatto, per me e, soprattutto mio nonno e la di lui famiglia.
Il Suo aiuto è stato fondamentale per queste mie ricerche che, giunte a questo punto, non vedo come possano ulteriormente proseguire osservati i dettagli di "dispersione" del compianto cugino Deglause.
Mi informerò e resterò attivo in questa grande associazione "Unirr" sperando un giorno di poterne divenire parte sostenendo il Vostro impegno, nella memoria di tutti i nostri cari, in particolare Deglause, letteralmente "mandati a morire in Russia, spesso contro la loro stessa volontà" dall'allora regime dittatoriale fascista.
Purtroppo gli anni passati e la scomparsa di molti dei parenti più stretti di Deglause, impediscono a me e al mio nonno di avere anche solo un suo ricordo militare dal fronte ma grazie al prezioso aiuto Suo e di tutta l'Associazione Unirr abbiamo avuto la possibilità di riaccendere, in parte, quella piccola fiamma della memoria che toccherà a noi, giovani generazioni, mantenere viva nel futuro del nostro Paese.
VolgendoLe il più caro augurio per questa giornata speciale di festa nazionale quale è il 25 Aprile, a 75 anni dalla Liberazione,
Porgo un cordiale saluto
Simone Girardi

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Moderatori: Maurizio ComunelloPatrizia Marchesini

Usiamo i cookies per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza nell'utilizzarlo. I cookies usati per le operazioni essenziali sono già stati impostati. Per ulteriori informazioni sui cookies che utilizziamo e su come cancellarli, leggete la nostra privacy policy.

  Accettate i cookies da questo sito?