Leopoldo_MelianiSettembre 2010

 

Sono venuto a conoscenza del signor Leopoldo Meliani nell'aprile del 2010, dopo avere letto due articoli (che riportato in calce).
Ho provato a contattare personalmente il Cav. Meliani. Ho chiamato una prima volta a casa sua, riuscendo a parlarci. Purtroppo problemi di salute non gli hanno permesso una facile comunicazione telefonica, per cui quasi subito sono stato passato ad un'altra persona che faceva da tramite alle mie domande. Da questo primo contatto non sono riuscito a ricavare molto. Però ho saputo che faceva parte di un Battaglione complementi. Ricordava Dnepropetrovsk, ma non ha saputo dire se vi è stato all'andata o al ritorno.

Successivamente ho provato a scrivere una lettera con fotografie, mappe e domande, così da lasciargli un poco di tempo per la riflessione. Dopo qualche settimana ho provato a telefonare di nuovo. Mi è stata passata una seconda persona, che non sapeva nulla della conversazione precedente né della mia lettera. Mi sono quindi fatto dare il riferimento di un nipote al quale ho spiegato la situazione e gli ho chiesto se cortesemente poteva porre qualche domanda sulla Campagna di Russia al proprio zio. Dopo qualche giorno il nipote mi dice di avere parlato con lo zio ma che purtroppo questi non ricorda molto della Russia. Sa dire solo che non ha partecipato ad alcun combattimento.
L'idea che mi sono fatto, anche vista la giovane età al momento dei fatti, è che fosse stato mandato in Russia in sostituzione dei pontieri anziani che avevano già fatto un inverno – quello 1941-1942 – in Russia. Probabilmente, appena giunto, fu subito coinvolto nella fase di ritirata.
Alla data odierna rappresenta uno dei soli tre pontieri reduci di Russia ancora in vita di cui abbiamo avuto notizia.

Pierantonio Segato


Articolo apparso su Il Tirreno  (21 marzo 2007, pagina 2, sezione: PONTEDERA)

 

LEOPOLDO MELIANI NOMINATO CAVALIERE DELLA REPUBBLICA

Con decreto del 27 Dicembre 2006 il Presidente della Repubblica ha insignito il concittadino Leopoldo Meliani dell´onorificenza di Cavaliere dell´Ordine al "Merito della Repubblica Italiana".
Il Cav. Leopoldo Meliani, "Poldo" per gli amici, è nato il 23 Dicembre 1922 a Calcinaia.
Leopoldo Meliani appartiene ad una generazione che ha conosciuto gli orrori della guerra e della fame. Partito militare in giovane età è stato destinato alla Divisione Genio Pontieri di Verona e poi a Piacenza. Ha partecipato alla Campagna di Russia dove è sopravvissuto alla disfatta dell´esercito italiano. Dopo l´8 Settembre 1943 è ritornato a Calcinaia e ha partecipato ad alcune azioni di sabotaggio contro i tedeschi in ritirata. La formazione partigiana di cui faceva parte era denominata "Gruppo Patrioti Calcinaia". Nell´immediato dopoguerra il Meliani emigrò nel sud della Francia e più precisamente nella Camargue francese – ad Arles – dove tuttora forte e numerosa è la presenza di famiglie di origine calcinaiola. In quel periodo post bellico a Calcinaia non esistevano opportunità di lavoro ed è questo il principale motivo per cui da Calcinaia e dai paesi della Valdera molti cittadini emigrarono in Francia. Meliani fu impiegato nell´agricoltura come sterratore di fossi fino al 1957, anno in cui ritornò a Calcinaia. Nel frattempo aveva messo su famiglia. Il primo dei due figli nacque in Francia. Nel 1982 Leopoldo Meliani fu collocato in pensione dopo che ne aveva maturato il diritto lavorando per un´impresa pisana di lavori stradali. Il Sindaco Marta Perini saluta con affetto l´amico Poldo e si congratula per il meritatissimo prestigioso riconoscimento.

 


Articolo apparso su Il Tirreno (12 febbraio 2010, pagina 2, sezione: PONTEDERA)

 

LEOPOLDO MELIANI È CAVALIERE AL MERITO

CALCINAIA. Pochi anni fa il decreto del Presidente della Repubblica ha insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al “Merito della Repubblica Italiana” il verace calcinaiolo Leopoldo Meliani, per gli amici “Poldo”.  Proprio ieri nella sala consiliare del Comune di Calcinaia la consegna della medaglia ufficiale a opera del sindaco, Lucia Ciampi (nella foto).  Leopoldo Meliani è nato il 23 dicembre 1922 a Calcinaia e appartiene a una generazione che ha conosciuto gli orrori della guerra e della fame. Partito militare in giovane età è stato destinato alla Divisione Genio Pontieri di Verona e poi a Piacenza. Ha partecipato alla Campagna di Russia dove è sopravvissuto alla disfatta dell’esercito italiano. Dopo l’8 Settembre 1943 è ritornato a Calcinaia e ha partecipato ad alcune azioni di sabotaggio contro i tedeschi in ritirata. La formazione partigiana di cui faceva parte era denominata “Gruppo Patrioti Calcinaia”.  Nell’immediato dopoguerra, Poldo emigrò alla ricerca di un lavoro nel sud della Francia, ad Arles. Nel 1957 ritornò a Calcinaia. Nel frattempo aveva messo su famiglia. Nel 1982 fu collocato in pensione dopo che ne aveva maturato il diritto lavorando per un’impresa pisana di lavori stradali.